La Corte costituzionale ha respinto il ricorso della regione Venetocontro l’obbligatorietà dei vaccini, sancendo che la legge voluta dalla ministra Lorenzin «si giustifica alla luce del contesto attuale caratterizzato da un progressivo calo delle coperture vaccinali».

OBBLIGATORIETÀ VACCINI, LE PAROLE DELL’OMS

Ma siamo sicuri che l’obbligatorietà sia lo strumento più efficace per aumentare le coperture vaccinali? Non lo è, per esempio, per l’Organizzazione Mondiale della Sanità. Nel 2014 l’agenzia dell’ONU ha riunito un gruppo di esperti per studiare il fenomeno della «diffidenza vaccinale», presente un po’ in tutto il mondo. Ci può essere diffidenza vaccinale, spiega il rapporto dell’OMS, quando non si ha fiducia nella «efficacia e sicurezza dei vaccini», nei «servizi sanitari e nel personale medico» e nelle «motivazioni dei politici che decidono sui vaccini da fare».

Che fare, quindi, per aumentare la copertura vaccinale? Gli esperti consigliano di puntare su una risposta multi fattoriale, che va dalla comunicazione, al miglioramento dell’accesso dei vaccini, fino all’obbligatorietà. Che, badate bene, è solo una delle opzioni, insieme alle sanzioni ai non vaccinati, e non l’unica opzione possibile. Anche perché è sempre l’OMS a mettere in guardia: strategie che includano l’obbligatorietà «possono essere viste come coercitive e invadenti e possono limitare la fiducia», e quindi «scatenare conseguenze negative non volute» che potrebbero «superare i benefici potenziali come l’incremento della copertura vaccinale».

 

fonte:http://www.giornalettismo.com

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Per favore, inserisci qui il tuo nome