A parere dei giudici costituzionali, le misure in questione (vaccinazioni) sono espressione della competenza del legislatore nazionale. Le vaccinazioni oggi rese obbligatorie erano già previste e/o raccomandate nei piani nazionali di vaccinazione e finanziate dallo Stato nell’ambito dei Livelli Essenziali di Assistenza sanitaria (LEA).
Come appreso dalla elaborazione di emeriti costituzionalisti, il ricorso della Regione Veneto si è incentrato sulla questione della sovrapposizione di competenze.
Ma poiché i vaccini sono appunto considerati facenti parte dei LEA (di competenza statale) e non mera organizzazione sanitaria (di competenza regionale), il ricorso appariva certamente fondato ma in ogni caso a rischio.

Permangono comunque, in maniera chiara e netta, tutti i profili di incostituzionalità, che dovranno necessariamente essere percorsi.

Va quindi preso atto che solo la Regione poteva proporre il ricorso (ecco motivata l’esclusione delle altre associazioni intervenute ad adiuvandum) e solo su questo piano delle competenze.
Ora, quanto alla legittimità e costituzionalità del DL 73/2017 (come convertito dalla legge 119/2017), si dovrà fare affidamento e riferimento ai Giudici dei Tribunali. Il qualunque cittadino (a cui non è consentito ricorrere direttamente alla Corte Costituzione) dovrà adire il Giudice Ordinario ex art. 700 C.P.C. o i TAR.
Il Giudice o il Tribunale, oltre a decidere il merito della questione singola dell’esclusione, potrà ricevere dal cittadino lo “stimolo” sulla questione di costituzionalità, decidendo poi di “sollevarla” alla Corte Costituzionale. Come spiegato da numerosi costituzionalisti, la L. 119/2017 ed il Decreto Lorenzin presentano molteplici profili di incostituzionalità”, e pertanto si DEVE continuare a difendere tali diritti supremi.
Tutti noi speravamo in una pronuncia favorevole anche già sugli aspetti, pur parziali, sollevati dalla Regione Veneto. Ma sia chiaro che In ogni caso la “sconfitta”, è circoscritta e transitoria” (Avv. Luca Ventaloro).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Per favore, inserisci qui il tuo nome