RESANA – «Ci invitano a vaccinare nostra figlia di 5 mesi senza informarci» sbotta Loris Mazzorato, già due volte sindaco di Resana e oggi capogruppo d’opposizione in consiglio comunale. «Scommetto che è già pronto il consenso informato che dobbiamo firmare senza avere la possibilità di un vero e reale confronto. Proprio nello stesso stile delle banche che poi rapinano i risparmi ai loro clienti».

Mazzorato non ha intenzione di vaccinare sua figlia: «Come altri genitori, voglio essere prima informato su cosa somministrano a mia figlia e quali sono i rischi, viste le pubblicazioni Aifa, Agenzia italiana del farmaco. L’invito che è arrivato con raccomandata non è informazione, è un abuso e una violenza psicologica». La figlia di Mazzorato non va all’asilo nido, quindi non corre il rischio di essere espulsa. Quando andrà alle elementari?

«Vedremo, pagheremo le sanzioni, o sceglieremo una scuola privata, dove non ci siano imposizioni calate dall’alto» spiega Mazzorato.

fonde: ILGAZZETTINODITREVISO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Per favore, inserisci qui il tuo nome