La Boldrini continua a sorprenderci con effetti speciali. Dopo aver creato un’intera pagina internet ed un gruppo di “consulenti tecnici al fine di stanare bufale che “possono provocare danni alle persone, come si è visto nel caso dei vaccini pediatrici”,

dopo aver lanciato anatemi contro Facebook reo di non aver ancora attivato un ufficio operativo in Italia per stanare le suddette bufale, la Presidentessa della Camera dei deputati, insieme alla Ministra dell’Istruzione Fedeli, il giorno di Halloween, lancia nelle Scuole il progetto #BastaBufale al fine di educare i giovani a capire quale notizia è vera e quale è falsa.

Alla presentazione c’era pure il debunker che ha steso il decalogo antibufale, Paolo Attivissimo, consulente tecnico della Boldrini, da sempre contrario alle panzane come l’antivaccinismo.

Visti i soggetti coinvolti, ci chiediamo, quindi, quali bufale i ragazzi dovrebbero imparare a cacciare se i primi a divulgare bufale sui vaccini sono i più alti vertici istituzionali.

Alla Boldrini diciamo che non sono le bufale sui vaccini che possono provocare danni alle persone, ma i vaccini stessi. Non lo diciamo noi. Lo scrivete voi.

 

2 Commenti

  1. Cara ministra, fa molto più male la mancanza di trasparenza sui veri dati vaccinali:controindicazioni, effetti nocivi a breve, medio e lungo termine, che lei stessa, nonostante ne sia stata a conoscenza già prima dell’emanazione del decreto (parliamo dei dati Aifa), si impegna fortemente a celare…questo è fare male alle famiglie!…e perciò ai bambini di conseguenza.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Per favore, inserisci qui il tuo nome