In data 6 ottobre 2017, gli ecologisti,  presso il Chiostro di Verbania hanno organizzato la serata di presentazione della neonata associazione Art. 32 per la libera scelta.

L’ associazione, che opera sul territorio nazionale, ha sede a Prato ed è  attiva nel  Vco tramite la segretaria dell’associazione che vive sul territorio.

Molti i partecipanti alla serata, in cui si sono illustrati i vari progetti dell’associazione nella provincia e a livello nazionale.

L’associazione, senza scopo  di lucro, ha unicamente la finalità di adoperarsi verso le istituzioni competenti per la libertà di scelta terapeutica. La tessera associativa è di 5 euro, una cifra simbolica che serve a coprire le spese burocratiche. Si cercherà di fare autofinanziamento per promuovere e organizzare le varie attività dell’associazione.

In particolare si propone di realizzare iniziative di divulgazione, conoscenza e pratica nel campo della promozione della salute e della libertà di scelta nel senso più ampio del termine, inteso come benessere psicofisico e sociale, corretti stili di vita e del giusto rapporto con la natura.

Si prefigge inoltre la creazione e organizzazione di  tavole rotonde, convegni, conferenze, manifestazioni, dibattiti, seminari, attività di laboratori, spazi creativi e musicali, cene sociali, viaggi ed ogni altra iniziativa utile al raggiungimento dei propri scopi statutari.

Tra gli scopi dello statuto dell’associazione,  la promozione,  nei principi di autonomia, libertà e responsabilità individuale, il dibattito pedagogico scolastico per ogni ordine e grado, con la possibilità di istituire partnership con Istituti, istituzioni ed università pubbliche e private.


L’associazione Art. 32 è fortemente convinta che la vita associativa sia fatta da soci operativi e attivi e sono state quindi proposte attività di incontro tra i soci per familiarizzare, quali laboratori, incontri a tema, una sorta di “banca del tempo” per autofinanziare le iniziative dell’associazione che sono in progetto.

Sono già in progetto  convegni con medici di terapie alternative e medici di fama con cui l’associazione ha già preso contatti e che potrebbero portare alla provincia del Vco un grande arricchimento e più consapevolezza sulla salute del cittadino.

Nella serata è stato trattato anche il tema vaccini. Tra le domande da parte dei presenti si è parlato soprattutto dei dubbi riguardanti la legge e le complicanze che tale legge ha portato nella vita delle famiglie. I temi trattati sono stati ad esempio gli esami prevaccinali (l’associazione sta prendendo contatti con laboratori che effettuano esami specifici per valutare eventuali convenzioni) e i rischi correlati alle vaccinazioni e l’iter dei colloqui con le asl per ottenere informazioni sulle vaccinazioni.

L’associazione art. 32 crede fortemente che nel momento attuale, sia di vitale importanza che i genitori si impegnino a studiare sia la parte scientifica che riguarda i vaccini, sia la parte giuridica riguardante la legge.

In questo momento storico la situazione, nuova anche per i giuristi,  è ancora tutta in divenire e i genitori sono chiamati ad essere pienamente consapevoli e informati per poter agire nel miglior modo possibile, non è più ammissibile demandare ad altri le proprie decisioni inerenti la salute e la cura dei propri figli.

L’associazione ha la possibilità di  offrire agli associati l’appoggio di avvocati che collaborano sia a livello nazionale,  che a livello locale.

Sono state proposte serate informative con l’avvocato di riferimento del Vco e la possibile organizzazione di  gruppi più piccoli per poter fare domande mirate.

I servizi offerti ai soci attualmente riguardano soprattutto un aiuto concreto per districarsi nel complicato mondo della legge 119/2017 attraverso diversi gruppi su diversi canali in cui sono presenti anche i medici e gli avvocati che collaborano con l’associazione.

Durante la serata è stato illustrato anche il progetto “Colis”, coordinamento per la libertà di scelta che è il progetto per un coordinamento tra associazioni e comitati che credono nella libera scelta in ogni ambito e, non meno importante,  la testata giornalistica www.liberascelta.eu che nasce per dare un servizio pubblico senza vincoli, con il solo ed esclusivo intento di dare informazioni senza i filtri “d’interesse economico, medico e politico”.

L’associazione ha un sito internet www.art32liberascelta.it , un gruppo face book “Comitato ART.32 Libertà di Scelta” gruppo in cui si trattano temi prettamente scientifici e di informazione, da cui è nata poi l’idea dell’associazione.

A breve, si organizzeranno, oltre ai convegni nell’ambito della salute e dei vaccini,  serate informative di tipo didattico, scuola parentale, gite nel bosco con i bambini, laboratori per bambini e adulti.

Per essere aggiornati sulle attività che l’associazione promuoverà, aperte a tutti,  sul territorio del Vco si può scrivere una mail a: vcoart32@gmail.com.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Per favore, inserisci qui il tuo nome