“ONOREVOLI COLLEGHI ! Con la legge 25 febbraio 1992, n. 210, il Parlamento ha ritenuto di dover riconoscere un indennizzo a coloro che, a causa della somministrazione di vaccinazioni obbligatorie, hanno perso la vita o sono rimasti lesi in modo irreversibile e permanente. Con la successiva legge 29 ottobre 2005, n. 229, il Parlamento ha inteso riconoscere un ulteriore indennizzo a coloro che, sacrificando la loro vita, hanno contribuito alla tutela della salute pubblica…”

Inizia con queste parole il Disegno di Legge dell’On. Burtone per una proposta di legge sull’istituzione della “Giornata in ricordo delle persone decadute o rese disabili da Vaccinazioni”. Tema caldo di questi ultimi mesi, vista la recente approvazione alla Camera del Decreto Legge n. 73/2017 che lo tramuta in legge. Tale DL è datato 21 maggio 2013 e lo si può leggere in forma integrale, al seguente link della Camera dei Deputati: http://www.camera.it/_dati/leg17/lavori/stampati/pdf/17PDL0008020.pdf

Un atto di notevole umanità, verso quei cittadini italiani che “hanno contribuito alla tutela della salute pubblica”, affossato in data 3 maggio 2017 (http://www.camera.it/leg17/126?tab=1&leg=17&idDocumento=1023&sede&tipo ), data in cui il sopracitato Disegno di Legge è stato ritirato.

2 Commenti

  1. Ho fatto un sogno in cui in un bel paese piccino piccio’ una mattina I suoi amministratori ( che anche politici e’ troppo per descriverli) si alzavano fregandosene le mani… avevano fatto tutti lo stesso sogno… Da tempo tempp dormivano male pensando a come rendersi degni di nota x ospitare un agenzia internazionale del farmaco… ah! Se l’avessero potuta ospitare… subito avevano sentito all’unisono il tintinnio di monete, monete e monete da parte di tutti quelli che li avrebbeRo poi dovuti, a vario titolo, ringraziare.. Din Din, Din Din, din Din, Din Din… ecco come fare: una bella legge dura EH! ma dura dura… che non avrebbe fatto sorgere alcun dubbio sulla loro PERSONALE affidabilità è condivisione di visione e intenti… e interessi. .. ma con tanti buchi eh! Ma tanti tanti davvero che dopo fatta potesse tornare tutto come prima!! Detto… fatto

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Per favore, inserisci qui il tuo nome