Genitori e cittadini “freevax” si stanno dando appuntamento in tutte le piazze d’Italia da mesi per difendere la libertà di scelta vaccinale e per chiedere ancora una volta alla politica di ascoltare le motivazioni e le fondate preoccupazioni dei cittadini verso l’imposizione di 12 vaccini, un carico vaccinale che si configura come una vera e propria sperimentazione di massa sulla pelle dei bambini, un “decreto criminale” definito da molti nella scorsa manifestazione a Roma, davanti Montecitorio. L’imposizione dell’obbligo, per di più ricorrendo alla decretazione d’urgenza, non appare motivata da alcuna emergenza e ha suscitato la reazione anche di medici, scienziati e giuristi che ne sottolineano la scarsa fondatezza scientifica e la dubbia costituzionalità. Noi di Libera scelta eravamo lì ed abbiamo potuto ascoltare anche le parole del portavoce del Senatore Scilipoti che afferma la sua contrarietà a quanto il Governo ed il suo partito stanno facendo in questi giorni.

La piazza grida “non finisce qui” e noi attenderemo gli sviluppi di questa vicenda che pare stia interessando molti paesi Europei e non solo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Per favore, inserisci qui il tuo nome